Le trazioni alla sbarra sono uno fra gli esercizi più comuni all’interno dell’allenamento a corpo libero. Di fatto, esse risultano molto efficaci per lo sviluppo della parte superiore del corpo; inoltre, lo svolgimento delle trazioni non richiede nessun tipo di attrezzatura particolare, se non una qualsiasi barra fissata tra due mura. Proprio per questo, si possono eseguire in casa, al parco o in palestra.

 

Le trazioni alla sbarra vengono utilizzate come test per il reclutamento delle Forze Armate, in particolare nel corpo dei Carabinieri e nelle forze di Polizia.

 

La buona esecuzione di una singola trazione prevede innanzitutto una corretta posizione di partenza, dove il soggetto si trova appeso ad una sbarra con le braccia completamente distese. L’impugnatura – a seconda dei parametri previsti dal concorso – potrà essere a presa prona (con i pollici rivolti all’interno) o a presa supina (con i pollici rivolti all’esterno); in entrambi i casi, le mani dovranno essere poste ad una distanza maggiore rispetto a quella delle spalle.

L’esercizio vero e proprio consiste nel tirare il proprio corpo verso la sbarra; in base a quanto decretato dalla commissione giudicante, il candidato dovrà essere in grado di superare la sbarra solo con il mento o anche con il petto.

Per questa prova, vengono richieste 5 ripetizioni per gli uomini e 2 per le donne.

Contattami oggi e inizia subito la tua preparazione.

Leave a Reply