Corsa Piana 3000 metri

Corsa piana 3000 metri prova di resistenza

La prova dei 3000 metri è stata inserita di recente come prova fisica per i concorsi delle Forze Armate e delle Forze dell’Ordine, in particolare nell’Esercito come VFP4, in sostituzione a quella dei 2000 metri.

A differenza di quella dei 2 chilometri, questa prova di resistenza consiste non più in 5 giri ma ben in 7 giri e mezzo di una regolamentare pista di atletica. Il numero di giri però è condizionato ovviamente dalla struttura e dalla lunghezza della pista di atletica.

Una pista regolamentare è lunga 400 metri ma ci sono impianti sportivi in cui vengono fatte svolgere le prove di efficienza fisica che hanno una lunghezza diversa: ad esempio la pista di atletica presente nella sede di Foligno è lunga 250 metri, per cui non saranno 7,5 giri ma ben 12.

Pur essendo la distanza da percorrere sempre la stessa, la differenza è legata al numero di curve da effettuare in quanto la corsa in rettilineo è differente da quella effettuata lungo una curva, sia per impostazione che per i tempi.

Tempi per la prova di resistenza dei 3000m

Ci sono comunque anche delle note positive e riguardano i tempi richiesti per l’idoneità: la prova dei 3000m deve essere eseguita entro un tempo di 16’ per gli uomini e di 18’30” per le donne, con possibilità di incrementare il proprio punteggio fino ad un massimo di 2,5 punti in caso si dovesse ridurre il tempo richiesto di qualche minuto.

Tra le prove di resistenza che troviamo nei vari concorsi, la più difficile è quella dei 1000 metri.
Quella di resistenza dei 3000m è molto più abbordabile dal punto di vista della preparazione.

I 3000 metri sono una corsa a velocità decisamente moderata anche se molto più lunga.
Non intervengono grandi componenti condizionali ma occorre semplicemente lavorare sul “passo” sul mantenimento della corsa.

Come allenarsi per la prova dei 3000m

Come allenamento, ho sempre raccomandato di non prepararsi con corse infinite a velocità nulla, tipiche quelle al parco, perché non portano a nessun risultato utile per il concorso.
Tra l’altro l’impegno condizionale è molto ridotto facendo queste corse.

Di solito molte persone vanno ad allenarsi al parco insieme ad amici e la stragrande maggioranza finisce per chiacchierare, sprecando fiato importante che potrebbe essere impiegato in modo più proficuo nella corsa.

Se si parla mentre si corre vuol dire che l’impegno condizionale dedicato alla corsa è molto ridotto.

Se invece si sceglie di farlo in maniera seria, non si dovrà corre per minutaggi infiniti ma ci sarà una tempistica più breve con una intensità decisamente molto più alta.

Io sono abituato a seguire sempre i miei assistiti in pista, ma capita anche di variare posizione andando in strada, in campagna o anche al parco, ma sempre rispettando tutte le indicazioni che reputo fondamentali.

Poche chiacchiere, ma corsa fatta bene.

Ogni allenamento può essere programmato in ogni luogo, basta solo organizzarlo a modo e programmarlo in modo adeguato, professionale e coerente.

Consigli per la prova di resistenza dei 3000m

Non devi terrorizzarti se questa prova è stata allungata di 1000 metri, anzi a mio avviso è decisamente molto più facile, perché è molto lenta anche se risulta più lunga. Detto ciò, questo non vuol dire che dovete rilassarvi, ma ugualmente dovrete allenarvi.

Come dico sempre, mi raccomando, preparati per tempo onde evitare di arrivare con l’acqua alla gola il giorno del concorso e lamentarsi in seguito se il concorso non viene superato.

Ricordati soprattutto dei possibili imprevisti, soprattutto in periodi pieni di festività come il mese di dicembre.

Tieni presente che bisogna stare attenti a non accumulare troppi chilometri soprattutto quando inizi ad allenarti, perché se decidi di partire a correre come un pazzo fin da subito, devi sapere che poi la pagherai nei giorni successivi.

Questo perché verranno a crearsi quelle micro lesioni nei tuoi muscoli interessati alla corsa, in particolare nella zona dei polpacci, ai glutei ed ai muscoli flessori della coscia.

Tutto ciò è dovuto al fatto che sei passato da un lungo periodo in totale o scarsa inattività ad un periodo in cui stai sovraccaricando il tuo corpo in modo eccessivo.

Di conseguenza sarai costretti a fermare l’attività a causa dei dolori che non ti permetteranno di correre (ed in alcuni casi anche di camminare). Tutto ciò ti porterà inevitabilmente a perdere tempo prezioso che potrebbe invece essere utilizzato in una preparazione intelligente e mirata.

Ecco quindi i miei consigli per iniziare ad approcciarti alla prova dei 3000:

  • Impara a dosare i carichi di lavoro, senza strafare
  • Inizia la preparazione a piccoli passi, con 1 o 1,5 chilometri di corsa ad allenamento cadenzati a giorni alternati per qualche settimana
  • segui una corretta alimentazione
  • non parlare troppo durante l’allenamento
  • utilizza in modo sapiente i tempi di recupero
 

Tutto questo è molto importante per la salute dei tuoi muscoli, oltre ad essere fondamentale per poter superare brillantemente il concorso di selezione che ti appresti ad effettuare.

Magari siete super determinato ma se non rispetti il tuo corpo arriverai al concorso in modo disastroso: impara ad allenarti con calma e per tempo, con un professionista che ti sappia consigliare ogni minimo aspetto di questa prova.

Tutti i miei assistiti hanno trovato un enorme vantaggio nell’eseguire questa prova seguendo tutte le indicazioni che ho dato loro durante le nostre sessioni di allenamento. 

Se anche tu vuoi essere uno di loro ed ottenere tempi di tutto rispetti in questa prova (portandoti un grande vantaggio per superare il concorso militare) contattami senza impegno ed insieme valuteremo bene la tua situazione.

Non sottovalutare le Prove di Efficienza Fisica dei Concorsi delle Forze Armate e delle Forze dell'Ordine
Se vuoi un vero aiuto concreto per poterle superare ed ottenere un punteggio extra che ti aiuterà a salire in graduatoria, contattami ed analizzeremo insieme il tuo obiettivo.

Qualche approfondimento dal mio blog:

Ormai sono diversi anni che mi occupo di preparazione atletica di uomini e donne che vogliono a superare le prove fisiche dei concorsi per…
Come valutare la composizione corporea Per valutare lo stato di composizione corporea, lo strumento più attendibile attualmente disponibile sul mercato è l’esame della Bioimpedenza….
Claudio Cherchi Personal Trainer Forze Armate e Forze dell'Ordine

Non Rimandare Oltre!
CONTATTAMI SUBITO

Scopri come posso aiutarti a superare le Prove Fisiche
Contattami